Progetto Rivista di Divulgazione Scientifica e Culturale quadrimestrale sfogliabile on line

UN PROGETTO DELL’ASSOCIAZIONE ARTEMIS

Con questo numero nasce la rivista ArtemiS Scienza. Edita dall’Associazione Artemis, non è un giornale on line. Non vuole esserlo. È una rivista. Quadrimestrale per giunta. Ed è vero che si può leggere on line, ma solo come una rivista: sfogliandola. E se non volete sfogliarla on line potete scaricarvela e leggerla dopo averla stampata. Se poi ne vorrete un po’ per distribuirla in qualche evento di vostro interesse, vi forniamo la stampa e la consegna.

È un quadrimestrale, forse un domani un trimestrale, non vuole raccontare il giorno per giorno della scienza, in particolare dello spazio. C’è molto nel web. Abbiamo l’ambizione di volere approfondire, ma soprattutto di mostrare la contaminazione che diversi generi, a prima vista lontani, hanno tra loro, con una facilità sempre maggiore.

Lo Spazio non è lontano, noi siamo lo spazio. La scienza è parte della nostra cultura. In tutte le cose che facciamo. Non c’è musica senza matematica, non c’è astro senza fisica, non c’è coltivazione che non sia in debito con la biologia, con la chimica, intesa come ricerca di equilibrio di elementi naturali.

L’intento di questa rivista è di guardare il mondo con gli occhi di chi non vede confini, ma interazioni o possibili interazioni. E partendo dal piccolo, il locale, guardando al generale. Perché il local è glocal e poi global.

L’Associazione Artemis mette insieme professionisti in diversi settori della comunicazione che non hanno un obiettivo se non quello di contribuire al dibattito culturale in particolare nel settore scientifico. Professioni che hanno un mestiere, famiglia, impegni quotidiani e un solo interesse comune: contribuire culturalmente. In cambio di…? Niente. Perché l’associazione è una onlus. Non vuole profitti, al massimo costi coperti per sviluppare i suoi progetti.

Partiamo dal Veneto perché come Associazione abbiamo la ragione sociale in Veneto, ma andremo per territori, perché vogliamo fare come Mario Soldati quando ha scritto Vino al Vino. Una sorta di Spazio allo Spazio, o Scienza alla Scienza. Mario Soldati girò tutto il paese per raccontare una realtà, il vino. Ma era di Torino e al Piemonte e rimase sempre legato, nel suo essere e nel suo fare, alla sua città alla sua regione. E noi resteremo legati al Veneto, a Verona, come Associazione.

Consenso esplicito

7 + 9 =